Patente italiana in portogallo: tutto quello che devi sapere

Quando ci si trasferisce in Portogallo, il connazionale deve sapere che è tenuto assolvere ad alcuni adempimenti.

Di norma, i singoli adempimenti da attuare non comportano grandi difficoltà se si conosce bene l’iter da seguire ma, ogni tanto, qualcuno dimentica qualche passaggio o non è a conoscenza di alcune buoni prassi da seguire. 

Spesso ci vengono poste domande in merito alla possibilità di guidare con patente italiana in Portogallo. Obiettivo di questo articolo, dunque, è quella di fornire maggiori informazioni sulla validità della patente italiana in Portogallo.

A fornirci le risposte corrette è il sito dell’Instituto da Mobilidade e dos Transportes (IMT, I.P.) che chiarisce in modo inequivocabile i nostri dubbi. Ma, veniamo a noi.

È possibile guidare con patente italiana in Portogallo?

Si, certamente. Le patenti emesse dai Paesi aderenti all’Unione Europea o dai Paesi aderenti allo Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein) sono regolarmente accettate ed è possibile guidare fino alla data di scadenza indicata nel titolo.

Sto programmando un viaggio in auto in Portogallo, devo effettuare la registrazione della mia patente?

No, se sei residente in Italia non è necessario effettuare alcuna registrazione.

Sono residente in Portogallo, è necessario effettuare la registrazione della patente?

Si, chi ha trasferito la propria residenza in Portogallo, entro 60 giorni è tenuto a registrare la propria patente presso l’IMT competente. Ciò è valido anche per i cosiddetti Residenti non Abituali che, per legge – al di là della nomenclatura – sono a tutti gli effetti residenti in territorio portoghese.

Sono residente in Portogallo, ma non ho mai registrato la patente italiana, cosa rischio?

Se residente da oltre 60 giorni è possibile che, durante un controllo di polizia, gli agenti possano elevare delle sanzioni.

Come posso registrare la patente italiana in Portogallo?

Al fine di evitare assembramenti dal 1° ottobre 2020, è possibile registrare la patente italiana in Portogallo con una procedura da espletare completamente online.

Il sito ufficiale descrive la seguente procedura:

  • Compilare il modulo preposto e sottoscriverlo;
  • Digitalizzare i seguenti documenti: carta d’identità o passaporto in corso di validità, Certificado de Registo para Cidadao da UE e patente;
  • Inviare il modulo e copia digitale dei documenti sopra indicati all’indirizzo e-mail [email protected]

  • Allegare alla richiesta il certificato medico elettronico.

La registrazione è totalmente gratuita. In caso di furto o smarrimento della patente italiana in territorio portoghese, la procedura permette la conversione in patente portoghese tramite l’esibizione di un’attestazione di furto o smarrimento da parte dell’ente competente che ha emesso il titolo.

Sono residente in Portogallo, la mia patente italiana è prossima alla scadenza, dove devo rinnovare la patente?

I regolamenti stabiliscono che il rinnovo debba essere effettuato presso il Paese in cui il soggetto ha trasferito la propria residenza. In risposta al quesito, sarai tenuto a richiedere la conversione della patente italiana in patente portoghese.

Come posso convertire la patente italiana in Portogallo?

Questo processo, in passato, faceva storcere un po’ il naso a molti connazionali in quanto, presso le sedi distaccate dell’IMT era frequente trovare molta gente in fila e, non di rado, l’attesa risultava piuttosto lunga.

Al momento, l’Istituto è aperto al pubblico su appuntamento, pertanto è necessario richiedere un appuntamento inviando una e-mail all’indirizzo [email protected] rispettando le seguenti operazioni:

  • Effettuare una visita medica. Il certificato medico elettronico sarà automaticamente trasmesso all’IMT. Il prezzo oscilla tra 25 3 35 euro;
  • Compilare e sottoscrivere il modulo preposto, disponibile in doppia lingua, portoghese ed inglese;
  • Digitalizzare i seguenti documenti: carta d’identità o passaporto in corso di validità, Certificado de Registo para Cidadao da UE, patente.

I possessori di patenti appartenenti alla categoria C/D/E sono tenuti ad avere una valutazione psicologica positiva rilasciata da opportuno professionista.

Trasmessa elettronicamente la documentazione, riceverai via e-mail un bollettino da pagare di importo uguale a 30,00 € con le indicazioni da rispettare in caso di appuntamento presenziale, funzionale alla raccolta dei dati biometrici presso la sede più vicina dell’IMT.

Completata la procedura, riceverai la patente portoghese con raccomandata all’indirizzo di residenza indicato nei moduli in fase di registrazione.

 

Semplice, no? Ti serve assistenza per queste procedure? Contattaci utilizzando il modulo presente in questo articolo oppure scrivici a [email protected]

Se sei interessato al trasferimento in Grecia o al trasferimento in Portogallo e desideri ricevere maggiori informazioni senza impegno, puoi contattarci scrivendo una mail ad [email protected], compilando il modulo che trovi in questa pagina oppure chiamandoci al numero +39 0434 1697497.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SUI TUOI SOCIAL!

> POTREBBE ANCHE PIACERTI

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Nedo Costagli

    Sono residente non abituale in Portogallo da circa due anni, da poco ho inoltrato richiesta di autorizzazione e integrazione di documentazione alle autorità portoghesi sono in attesa di risposta.
    Posso guidare auto intestata a mia moglie residente in italia?
    Se no, cosa rischio ?

    1. Buon pomeriggio Sig. Costagli, se risiede ufficialmente in Portogallo, può guidare solo automobili con targa portoghese, diversamente potrebbe incorrere in una sanzione amministrativa.

Lascia un commento