GRECIA

La guida completa su come trasferirsi in Grecia in pensione

GRECIA

La guida completa su come trasferirsi in Grecia in pensione

Acque cristalline, popolazione accogliente e un costo della vita tra i più bassi d’Europa: chi non ha pensato almeno una volta di trasferirsi in Grecia in pensione? 

Da oggi hai un motivo in più per farlo: puoi ricevere la pensione detassata in Grecia e pagare solo il 7% di tasse per 15 anni (Art. 5B – Legge 4172/2013).

Sempre più pensionati italiani ogni anno scelgono di vivere in Grecia in pensione: il miglior Paese europeo in cui trasferirsi e godere della pensione esentasse.

Riproduci video su Cicladi - Naxos

4 buoni motivi per trasferirsi in GRECIA

4 buoni motivi per trasferirsi in GRECIA

1

Le persone

Trasferirsi in Grecia è un po’ come sentirsi a casa: il calore e l’affabilità dei suoi abitanti non ti faranno sentire un “expat”, bensì riuscirai ad integrarti facilmente. Considera infatti che la lingua non sarà un ostacolo: molti greci parlano l’italiano!

2

Vicinanza all'italia

Se ti trasferisci in Grecia, soprattutto nelle isole Ionie sarai molto vicino all’Italia e sarai sicuramente facilitato negli spostamenti, ma non solo… La vicinanza è anche culturale, infatti molte isole e zone della Grecia hanno subìto nel corso dei secoli la dominazione veneziana.

3

Basso costo della vita

Il costo della vita in Grecia è tra i più bassi d’Europa, grazie al basso costo degli affitti e dell’indice dei prezzi al consumo. Unito alla pensione lorda, ti permetterà di vivere al meglio e avere un tenore di vita decisamente più alto.

4

Tassazione Agevolata

I pensionati che richiedono di essere assoggettati all’Art. 5B della Legge 4172/2013, possono beneficiare di una tassazione agevolata sulla propria pensione: solo il 7% per 15 anni. Per poter godere di questo beneficio fiscale però, bisogna essere in possesso di alcuni requisiti che vedremo tra poco.

Trasferirsi in grecia in pensione

Grazie ad una serie di interventi fiscali volti al rafforzamento dell’economia, la Grecia ha potuto attirare importanti capitali dall’estero, tra cui quelli appartenenti ai pensionati italiani che hanno deciso di trasferire la propria residenza e vivere in Grecia in pensione, per poter usufruire della flat tax del 7% per 15 anni

Se sei tra coloro che desiderano trasferirsi in Grecia in pensione, vediamo dunque nel dettaglio quali sono i requisiti che devi soddisfare per poter ottenere anche tu i benefici fiscali:

I REQUISITI

Quali sono i requisiti per richiedere il 7% per 15 anni in Grecia

1

Non essere stato residente in Grecia nei cinque anni precedenti alla richiesta di adesione al regime di tassazione agevolato.

2

Trasferire la propria residenza da uno Stato con cui è in vigore un accordo di cooperazione amministrativa in materia fiscale con la Grecia.

3

Percepire un reddito da pensione maturato lavorando nel settore privato (no Ex Inpdap) e da un Paese diverso dalla Grecia.

I REQUISITI

Quali sono i requisiti per richiedere il 7% per 15 anni in Grecia

1

Non essere stato residente in Grecia nei cinque anni precedenti alla richiesta di adesione al regime di tassazione agevolato.

2

Trasferire la propria residenza da uno Stato con cui è in vigore un accordo di cooperazione amministrativa in materia fiscale con la Grecia.

3

Percepire un reddito da pensione maturato lavorando nel settore privato (no Ex Inpdap) e da un Paese diverso dalla Grecia.

Inoltre, se soddisfi i requisiti appena indicati, devi sapere che vivere in Grecia in pensione comporta alcuni passi fondamentali, tra cui:

  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Affittare o comprare casa in Grecia ed eventualmente intestare delle utenze
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Iscriversi all’A.I.R.E, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Dimorare abitualmente in Grecia, cioè almeno 183 giorni all'anno
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Richiedere la Carta Europea del Cittadino
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Trasferire in Grecia il proprio centro vitale degli interessi
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Aprire un conto corrente

Hai bisogno di un supporto per il disbrigo pratiche?
Scrivici!

Quanto risparmia un pensionato italiano in Grecia?

Se sei interessato al trasferimento, probabilmente ti sarai chiesto quanto risparmia un pensionato italiano se decide di vivere in Grecia. Di seguito dunque, rispondiamo proprio a questa domanda, mettendo a confronto quante tasse paga un pensionato in Italia e quante invece ne paga in Grecia (spoiler: molto poche!). Dalla differenza tra queste due voci, deriva il risparmio fiscale.

Esempio su pensione lorda da 30.000€

ItaliaGrecia
Pensione lorda annuale30.000€30.000€
Trattenute IRPEF7.200€2.100€
Addizionale Regionale e Comunale720€Nessuna
Importo netto percepito22.080€27.900€
Gli importi sono stati arrotondati per esigenze di praticità
Copyright © Studio Expatria
0
Risparmio fiscale annuale
0
Risparmio fiscale in 15 anni

Esempio su pensione lorda da 50.000€

ItaliaGrecia
Pensione lorda annuale50.000€50.000€
Trattenute IRPEF18.000€3.500€
Addizionale Regionale e Comunale1.200€Nessuna
Importo netto percepito31.400€46.500€
Gli importi sono stati arrotondati per esigenze di praticità
Copyright © Studio Expatria
0
Risparmio fiscale annuale
0
Risparmio fiscale in 15 anni

Esempio su pensione lorda da 70.000€

ItaliaGrecia
Pensione lorda annuale70.000€70.000€
Trattenute IRPEF24.000€4.900€
Addizionale Regionale e Comunale1.680€Nessuna
Importo netto percepito43.500€65.100€
Gli importi sono stati arrotondati per esigenze di praticità
Copyright © Studio Expatria
0
Risparmio fiscale annuale
0
Risparmio fiscale in 15 anni

Esempio su pensione lorda da 100.000€

ItaliaGrecia
Pensione lorda annuale100.000€100.000€
Trattenute IRPEF36.000€7.000€
Addizionale Regionale e Comunale2.400€Nessuna
Importo netto percepito61.500€93.000€
Gli importi sono stati arrotondati per esigenze di praticità
Copyright © Studio Expatria
0
Risparmio fiscale annuale
0
Risparmio fiscale in 15 anni

Vuoi saperne di più?
Prenota un appuntamento con un nostro consulente

Dove vivere in Grecia in pensione

Molte delle mail che ci arrivano sono richieste di consigli su quali siano i posti migliori dove vivere in Grecia in pensione.

Ovviamente non esiste una risposta corretta o il luogo migliore dove vivere, ma esiste il luogo più adatto alle proprie esigenze, basta solo tenere in considerazione alcuni elementi fondamentali durante il proprio percorso decisionale:

  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Collegamenti portuali, bus, aeroporti
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Presenza di un centro abitato tutto l'anno
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Presenza di servizi essenziali (es. ospedale)
  • Sei un pensionato italiano intenzionato a trasferirti in Portogallo? Cerchi alcune informazioni sull'apertura di un conto corrente in Portogallo? Prendi qualche minuto e leggi attentamente...
    Preferenza geografica

Sembrano elementi scontati quelli da tenere in considerazione nella scelta del luogo dove trasferirsi in Grecia, ma in realtà non lo sono. Molto spesso infatti si sottovaluta l’importanza della presenza di un ospedale nelle vicinanze o addirittura di un centro dinamico e vivo tutto l’anno in favore di un’idea di relax e tranquillità in un’isola poco turistica.

Non cadere in questa trappola: il trasferimento è una scelta di lungo periodo (seppur reversibile in qualsiasi momento), pertanto ti consigliamo di rivolgere la tua attenzione verso isole più grandi e più sviluppate se ami il mare ed il sole, oppure verso la Grecia continentale dove potrai trovare zone montuose e d’inverno anche la neve! La Grecia è vasta ed eterogenea, prenditi il tempo per esplorare diverse zone, programmando in anticipo un viaggio esplorativo in Grecia. Nel frattempo, puoi curiosare sul nostro sito e approfondire le diverse zone che ti abbiamo raccontato nel corso dei mesi. Clicca il pulsante qui sotto per saperne di più.

L'assistenza sanitaria in Grecia

Per un pensionato che intende trasferirsi è fondamentale conoscere come funziona il sistema sanitario in Grecia:

  • Come funziona la sanità in Grecia?
  • Devo stipulare una polizza sanitaria integrativa?
  • Posso utilizzare la TEAM?
  • Qual è il livello qualitativo degli ospedali in Grecia?

A queste domande rispondiamo nel nostro approfondimento dedicato appunto all’assistenza sanitaria in Grecia che puoi leggere cliccando il pulsante qui sotto.

Un aspetto da considerare quando ci si trasferisce all’estero, è quello dell’apertura di un conto corrente. Al giorno d’oggi, molte banche offrono la possibilità di gestire il proprio conto corrente e dunque le proprie finanze, senza doversi recare personalmente presso una filiale, utilizzando semplicemente il proprio smartphone o il proprio computer.

È così anche in Grecia, dove potrai utilizzare il tuo conto in euro – la valuta ufficiale – scegliendo tra diversi intermediari bancari del settore. Se sei residente in Grecia o in procinto di trasferirti, ma hai l’esigenza di conoscere come funziona il sistema bancario e di aprire un conto corrente, ti consigliamo di cliccare il pulsante qui sotto e leggere il nostro approfondimento.

Apertura di un conto corrente in Grecia

La dichiarazione dei redditi in Grecia

I pensionati italiani residenti in Grecia sono tenuti, ogni anno, alla presentazione della dichiarazione dei redditi entro il 30 giugno. Entro il mese di luglio poi, vige l’obbligo di pagamento dell’imposta del 7% sui redditi prodotti all’estero in un’unica soluzione.

Se vuoi sapere di più sulla dichiarazione dei redditi, i documenti da predisporre o se ricerchi l’assistenza di un commercialista a cui delegare l’operazione, scopri il nostro approfondimento, cliccando il pulsante qui sotto.

Sei interessato ad approfondire uno di questi argomenti?
Contattaci!

domande frequenti

I pensionati italiani che hanno trasferito la residenza fiscale in Grecia pagano solo il 7% di tasse sulla pensione lorda per 15 anni, purché rispettino alcuni requisiti.

Certamente! I pensionati pubblici e statali possono trasferirsi in Grecia, tuttavia non possono godere della pensione lorda in Grecia ai sensi dell’Art. 19 della Convenzione di non doppia imposizione tra Italia e Grecia.
Se vuoi saperne di più, leggi il nostro approfondimento.

Le pensioni percepite da uno o più enti indicati in basso, soddisfano i requisiti di accesso per ottenere le agevolazioni fiscali in Grecia:

  • INPS, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (ad eccezione degli Ex INPDAP);
  • INPGI, l’istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti;
  • ENPAM, l’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Medici;
  • ENASARCO, l’Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e i Rappresentanti di Commercio;
  • INARCASSA, la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti;
  • CASSA GEOMETRI
  • CNPDAC, la Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Dottori Commercialisti
  • CASSA FORENSE, la Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Avvocati;
  • ENPAV, l’Ente Nazionale di Previdenza dei Medici Veterinari.


Se invece percepisci una pensione maturata lavorando per:

  • Ferrovie dello Stato;
  • Poste e Telecomunicazioni;
  • Istituito Italiano per il Commercio Estero (I.C.E.);
  • Ente Italiano per il Turismo;
  • Banca d’Italia;


ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento.

La procedura per trasferire la residenza in Grecia si suddivide in diverse fasi che è opportuno programmare con anticipo, possibilmente affidando la pratica ad uno studio professionale per evitare di commettere errori e compromettere l’intero trasferimento. Puoi farti un’idea delle operazioni da svolgere, leggendo il nostro approfondimento. In ogni caso, devi sapere che l’espatrio comporta il trasferimento della propria “dimora abituale” e pertanto si presume per un periodo non inferiore ai 183 giorni nel nuovo Paese di residenza.

La Grecia è meravigliosa e ogni zona ha le proprie peculiarità che la rendono speciale, tuttavia prima di considerare il trasferimento in luogo specifico, ti consigliamo di tenere in considerazione due aspetti fondamentali che interessano la maggior parte dei pensionati italiani:

  • La disponibilità dei servizi essenziali, tra cui la presenza sul posto o nelle vicinanze di una struttura ospedaliera attrezzata;
  • I collegamenti con l’Italia. Molto spesso, soprattutto nelle isole meno “turistiche”, non sono presenti collegamenti diretti verso il Bel Paese e ciò potrebbe comportare diversi scali e un dispendio di tempo più elevato che potrebbe non rendere così agevoli gli spostamenti.

Se vuoi conoscere meglio la Grecia e le sue regioni, ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento “Dove vivere in Grecia in pensione“.

Di seguito ti indichiamo una breve lista dei documenti necessari al trasferimento, elenco da non considerarsi esaustivo, pertanto se non sei sicuro delle operazioni da effettuare ti consigliamo di affidare ad Expatria il disbrigo pratiche.

Ma vediamo quali sono i documenti essenziali per il trasferimento in Grecia:

  • Documento d’identità;
  • Certificati di residenza fiscale;
  • Documento di reddito da pensione;
  • Carta Europea del Cittadino;
  • Contratto d’affitto/Atto di acquisto immobile.

No, non è necessario acquistare un immobile per vivere in Grecia in pensione, ciò che è indispensabile però, è poter comprovare documentalmente di possedere un immobile nella propria disponibilità (anche in affitto dunque) in cui dimorare abitualmente.

Noi di Expatria ci occupiamo di tutte le fasi del trasferimento! Se vuoi affidarti a dei professionisti che da anni lavorano nel settore, contattaci: puoi vedere di cosa ci occupiamo, leggendo la pagina dei nostri servizi. Inoltre se desideri conoscerci e ricevere maggiori informazioni, puoi fissare un colloquio con un nostro consulente.

Solitamente, se la tempistica lo permette, consigliamo di iniziare le prime operazioni di trasferimento verso la fine dell’anno precedente a quello di espatrio. Ciò permette di ricercare un immobile e acquisire la documentazione utile senza fretta, affinchè tutto sia pronto ad inoltrare la domanda di trasferimento di residenza fiscale ed inclusione al regime di tassazione agevolato entro il 31 marzo dell’anno in cui si richiedono i benefici fiscali.

Se invece non sei riuscito ad attivarti con così largo anticipo, niente paura! Possiamo seguirti anche in prossimità della data di scadenza per la presentazione delle domande, purchè, a nostro giudizio, ci siano le condizioni per poterti garantire un servizio di qualità.

Devi sapere che il trasferimento di residenza fiscale in regime convenzionale, ti permette di pagare le imposte nel nuovo Paese di residenza, che nel caso dei pensionati italiani in Grecia, sono molto basse (7% per 15 anni). Se è vero che il reddito da pensione (rispettati alcuni requisiti) è assoggettato al 7%, è altresì vero che, in presenza di ulteriori redditi, non è detto che anche questi siano imponibili in Grecia ad una tassazione di maggior favore.
Se vuoi approfondire l’argomento, ti consigliamo di leggere la Convenzione bilaterale tra Italia e Grecia.