MAGAZINE

Investire a Dubai: un’oasi di opportunità per gli investitori visionari

Se stai pensando di investire a Dubai, hai ragione. La città si è affermata come un gioiello nel panorama degli affari globali, evolvendosi da un tranquillo villaggio di pescatori a una metropoli pulsante e innovativa. Nota per il suo skyline futuristico e per l’ospitalità di livello mondiale, è diventata un centro nevralgico per gli investitori visionari. Offre un terreno fertile non solo per gli affari tradizionali ma anche per idee audaci e progetti pionieristici.

Investire a Dubai

La diversificazione economica di Dubai è un chiaro segno del suo dinamismo e della sua resilienza. Allontanandosi dalla tradizionale dipendenza dal petrolio, la città ha aperto le porte a settori emergenti come il turismo, l’immobiliare, la tecnologia e il commercio. La sua posizione strategica come crocevia tra Est e Ovest fornisce un accesso ineguagliabile ai mercati globali, rendendola un’ottima scelta per chi vuole investire a Dubai. Inoltre, le politiche favorevoli agli investitori, come zone franche e un regime fiscale vantaggioso, hanno creato un ambiente ideale per il fiorente ecosistema imprenditoriale.

L’indice UBS Global Real Estate Bubble Index ha recentemente classificato Dubai, insieme a città come Singapore e Miami, come una delle destinazioni più ricercate per investimenti nel settore immobiliare a livello mondiale.

Questa tendenza ha stimolato un incremento notevole nei prezzi delle proprietà immobiliari, con un rialzo fino al 40%, e un aumento del 50% nei canoni di locazione negli ultimi anni. In particolare, un’analisi condotta da Colife, un’azienda emiratina specializzata nella gestione di proprietà immobiliari, rivela che tra la metà del 2022 e la metà del 2023, i prezzi degli immobili in vendita hanno registrato una crescita del 15%, mentre i canoni di locazione hanno visto un incremento del 30% dall’inizio dell’anno.

Inoltre, uno studio recente di Colife posiziona Dubai, assieme a metropoli come Oslo, Berlino, Barcellona e Lisbona, tra le prime cinque città a livello globale preferite dagli espatriati, che costituiscono circa l’80% della popolazione della città.

 

Dubai si è rapidamente consolidata come un centro di innovazione. La città ha abbracciato la tecnologia digitale, lanciando iniziative come la “Smart Dubai” per diventare la città più intelligente e felice al mondo. L’ambiente di start-up è vibrante, con acceleratori e incubatori che forniscono il sostegno necessario per trasformare idee rivoluzionarie in realtà commerciali di successo: anche questo significa investire a Dubai. Progetti come la creazione di un quartiere interamente alimentato da energia solare e l’impegno per veicoli autonomi mostrano il desiderio di Dubai di guidare la rivoluzione tecnologica.

Tra le startup più promettenti vi è Neo Mobility, specializzata nella logistica elettrica. Ha lanciato una flotta di motociclette elettriche e sta implementando stazioni di ricarica e cambio batteria in tutta Dubai, offrendo un modello di business sostenibile che sottolinea l’importanza della transizione verso l’energia pulita.

Un altro esempio è Ziina, la prima startup a offrire software per pagamenti peer-to-peer negli Emirati Arabi Uniti. Ziina ha introdotto un modo più semplice e veloce per lo scambio di denaro, supportando pagamenti tramite carte di debito e credito, Apple Pay e Google Pay, oltre ad accettare pagamenti tramite codici QR.

Huspy, fondata nel 2020, sta rivoluzionando il processo di ottenimento di mutui negli EAU, semplificando e digitalizzando l’intera procedura e offrendo un accesso diretto alle banche degli EAU e a offerte esclusive.

Zenda, fondata nel 2021, sta trasformando il processo di pagamento delle tasse scolastiche con una piattaforma online che premia i pagamenti tempestivi, offrendo flessibilità ai genitori e semplificando il pagamento per le scuole.

Infine, Rizek, fondata nel 2018, è un’eccellente piattaforma di lavoro che facilita l’accesso a lavoratori on-demand, aiutandoli a trovare impieghi sicuri e proteggendo i lavoratori dalle pratiche di sfruttamento.

Foto di Dubai

In un ambiente caratterizzato da un rapido sviluppo urbano e un’economia in forte crescita, Dubai ha intrapreso passi significativi verso la sostenibilità. La città si sta impegnando in modo proattivo per ridurre la propria impronta ecologica e promuovere uno sviluppo sostenibile, anche per attrarre sempre più investitori a Dubai. Tra le iniziative principali, vi sono:

  • progetti per l’incremento dell’uso delle energie rinnovabili;
  • l’ottimizzazione del consumo di risorse e la riduzione delle emissioni di carbonio. Questo impegno è stato ulteriormente sottolineato dall’importante evento COP28, tenutosi a Dubai.


Durante la COP28, è stato raggiunto un accordo storico per l’operatività di un fondo dedicato a compensare i Paesi più vulnerabili dai danni causati dal cambiamento climatico. Questo fondo, sostenuto da contributi significativi di nazioni più sviluppate, mira a fornire sostegno ai Paesi che, nonostante contribuiscano meno alle emissioni di gas serra, affrontano impatti climatici severi come siccità e innalzamento del livello del mare.

L’evento, che ha visto la partecipazione di oltre 70.000 delegati a Expo City, riflette l’impegno di Dubai e della comunità internazionale nel rispondere alle sfide climatiche e nel costruire un futuro più sostenibile e resiliente.

Dubai rappresenta una storia di successo senza precedenti nel panorama globale, un esempio brillante di come visione, innovazione e leadership possano creare infinite possibilità.
È una città che non solo accoglie, ma celebra l’ambizione e la creatività. Se ti rivedi nella figura di un investitore visionario, alla ricerca di nuove frontiere e di opportunità inesplorate, Dubai è il luogo dove le tue idee possono prendere forma e prosperare.

Se sei interessato ad investire a Dubai, contattaci per esplorare insieme le infinite possibilità che questa città dinamica ha da offrire.

Contattaci